Di solito sia quando dedico questi post sia al mio lavoro di fotografo di matrimonio, sia a quello a quello di fotografo reporter si parla di foto digitali… foto pubblicate su queste pagine, foto pubblicate di Instagram, foto condivise su Facebook.

In questi giorni invece mi sto dividendo tra la stampa di foto cartacee, il loro ritaglio, l’applicazione di queste su pass part tout, la scelta delle cornici e via dicendo. E’ un lavoro di pura manualità in cui le foto si “sentono” davvero.

Sto scegliendo ed incorniciando le foto che andranno a decorare le pareti del mio nuovo studio di Udine e riguarderanno sia i fotoreportage di matrimoni che il fotogiornalismo e la fotografia “sociale”, alcune di esse potranno anche essere acquistate.

Ma non pensate che sia facile… scegliere le foto intendo, non incorniciarle. Vorrei metterne molto di più con il rischio però di saturare troppo l’ambiente e rischiare che le foto appese si perdano tra troppi scatti. Oppure risulta difficile selezionare alcune foto ed escluderne altre: perchè questa si e l’altra no? Oppure ancora: le foto che ho scelto trasmetteranno a chi le osserva le stesse emozioni che hanno trasmesso a me e che hanno guidato la mia scelta? Insomma come si suol dire: un’ardua scelta.

Quello che risulta facile però è venirle a vedere dal vivo, presso il mio nuovo studio in via Trento 25, di fronte al Teatro Giovanni da Udine. Presso il nuovo studio potrete vedere alcuni dei lavori più belli incorniciati, valutare la resa materiale degli album di nozze o più semplicemente espormi la vostra idea di foto di nozze e di fotografo di matrimonio.