Abbiamo già parlato di quelle che sono le foto classiche che ci si aspetta che il fotografo di matrimonio realizzi durante la cerimonia (come le foto di gruppo) e di come io mi approcci a questo tipo di scatti. In questo post parleremo di un “classicissimo” ovvero lo scambio delle fedi nuziali.

Premetto che durante la cerimonia scatto molto poco, per rispetto del momento, dell’importanza della cerimonia stessa e del sacerdote che sta celebrando. Scelgo accuratamente gli attimi in cui scattare.

Lo scambio delle fedi è uno di quei momenti importanti in cui scatto. Lo scambio delle fedi è il ” gesto ” più importante in un matrimonio, la promessa d’amore e il sigillo. Mi piace stare solitamente vicino al celebrante, cercando di cogliere il momento nella sua interezza.

Non credo che nel mio portfolio troverete molti close ups con solamente l’inquadratura delle mani e delle dita. Ciò che mi piace di quel momento sono gli sguardi complici e la a sincerità negli occhi degli sposi. Per questo scatto da una certa distanza. È un momento solenne, ci si può emozionare molto o può diventare divertente, quando una delle fedi non entra, oppure si sbaglia mano. Mi avvicino, fotografo e mi allontano appena sono certo di avere la foto giusta.

Interessante nell’ambito del fotografare cerimonie, come a volte le fedi vengano portate da qualche paggetto, facendo emozionare e divertire gli invitati. Mi è capitato anche fossero portate dal cane, nel collare.

Lo scambio degli anelli nuziali è comunque carico di cose da sapere e curiosità. Ne riporto alcune qui sotto.

Il galateo delle fedi nuziali vuole che siano i testimoni a regalare gli anelli nuziali agli sposi. Sempre più coppie però decidono di acquistarle in autonomia, in modo da non essere vincolati, ne esteticamente ne economicamente nell’acquisto di questi anelli.

Sempre a livello di galateo, il giorno del matrimonio, non dovrebbero essere indossati altri anelli. La sposa tuttavia può indossare l’anello di fidanzamento, ma rigorosamente sulla mano destra.

Le fedi vanno portate sul luogo della cerimonia dal testimone dello sposo, in alternativa possono essere portate da un paggetto o da una damigella ma sempre su un cuscino portafedi.

Ne Medioevo gli anelli gli anelli che venivano scambiati al momento delle nozze erano ben tre.

La fede nuziale va portata all’anulare, il dito che simboleggia il cuore e l’amore. Ma mentre in Italia viene portato sulla mano sinistra, nei paesi del nord Europa ed in Spagna viene portato alla mano destra.