Si dice sempre unire l’utile al dilettevole… è un po’ quello che cerco di fare quando, trovandomi a fare foto di matrimoni, cerco di metterci del mio ovvero la mia attitudine per il fotogiornalismo.

E’ in questo modo che un fotografo di nozze diventa un fotoreporter di matrimonio. Anche se il passo non è poi così breve. Quali sono gli steps fondamentali per questo passaggio?

Diciamo che sicuramente, molto è connesso all’abbandono dei classici cliques della fotografia di nozze. Pose ingessate, scatti che parenti ed invitati ci si aspetta che il fotografo di matrimonio realizzi e via dicendo.

Secondariamente bisogna prendere coscienza che solo il fotoreportage di matrimonio consente di capire a chi non c’era come si è svolta una giornata così magica ed importante. Gli attimi più importanti, gli attimi più emozionanti e quelli un po’ tesi… perchè ai matrimoni ci sono anche questi momenti e meritano di essere immortalati al pari degli altri, soprattutto se contribuiscono a “raccontare una storia”.

In terza battuta è anche una questione legata alla società che è cambiata. Viviamo in un’epoca in cui le persone vogliono vedere le vite degli altri scorrere in foto. Come sarebbe possibile questo realizzando foto di matrimoni in posa?

In un’ultima analisi nonostante l’approccio naturale e immediato, anche il fotoreporter di matrimonio ha bisogno di un’adeguata formazione. Dopo tanti anni di pratica di photojournalism infatti qualche tempo fa ho comunque seguito un importante corso a riguardo a Roma, corso di cui mi piacerebbe raccontarvi nel prossimo post, in quanto mi ha dato veramente moltissimo.

Detto questo se cercate un fotografo di matrimonio Treviso, Udine o Pordenone sapete che potrete contare su tutte le caratteristiche di cui ho parlato nell’articolo. Potete contattami o chiamarmi al 348 638 1857.