In questi post come fotografo di matrimoni, non posso dedicarmi ad articoli troppo tecnici parlando di esposizione, obiettivi e lenti. Finirebbero per annoiare i futuri sposi che stanno cercando di orientarsi nella scelta del proprio fotografo di matrimonio, e verrebbero letti solamente dai miei colleghi. Quindi parliamo di quello che ho imparato nel corso degli anni, tutte cose che contribuiscono a rendere delle foto di nozze perfette.

La prima cosa da mettersi bene in testa è che dovete ascoltare, ascoltare ed ascoltare il cliente. Anche se un fotografo pensa di avere le idee ben chiare sul proprio lavoro, quelli che devono essere soddisfatti devono essere gli sposi. Togliete dalla macchina fotografica qualsiasi segnale sonoro. Siate un fotografo presente ma non invadente. Cambiate spesso prospettiva, ricordatevi dei dettagli, studiate bene il background, non scartate a priori le foto non perfette. E soprattutto cercate di sfruttare gli imprevisti come la pioggia.

Ed ora veniamo ad alcuni elementi che sebbene la mia attitudine al wedding reportage mi imponga di schivare le foto in posa, devo comunque tenere in considerazione.

Se gli sposi chiedono una foto di gruppo fondamentalmente per i parenti più tradizionalisti, cercate l’aiuto di qualche invitato autorevole e di fiducia che vi dia una mano nel radunare tutti gli altri invitati, risparmiando così tempo. Sempre a proposito di pose, alcune spose potrebbero presentarvisi con una serie ben precisa di scatti che desiderano fare. Assecondatele per quello che è possibile, infondo anche questo riguarda l’ascolto del cliente, ma metteteci del vostro per non fare risultare gli scatti tremendamente ingessati.

Se avete letto bene questo post e pensate che tutte queste conoscenze possano contribuire a rendere le vostre foto di matrimonio perfette, non esitate a contattarmi. Questo è il momento giusto per richiedermi prezzi e disponibilità, la bella stagione è sempre più vicina e le spose cominciano a farsi sempre più frenetiche!