Non mi sento di certo un “nonno” del settore foto di matrimoni ma sicuramente in questi anni sul campo, qualcosina l’ho imparato. Per questo motivo in questo post vorrei dare 5 consigli a coloro che vogliono intraprendere il mestiere di fotografo di matrimoni.

  1. Non abbiate fretta! Ovvero fate la dovuta gavetta. Dedicate alcuni mesi di praticantato presso uno studio fotografico ben avviato oppure diventate l’assistente di un fotografo freelance. Vedrete come il lavoro sul campo può essere infinitamente diverso da ciò che avete imparato presso l’accademia di fotografia.
  2. Quando imparerete i segreti del mestiere sul campo, inevitabilmente imparerete anche a padroneggiare gli imprevisti, o meglio, a fare in modo che questi non si verifichino proprio. Imparerete a portarvi obiettivi di riserva, batterie, memorie supplementari ecc… Si può dire che è il problem solving a differenziare un professionista da un amatore
  3. Come sapete mi piace la spontaneità, ma per quanto io ami lo stile fotogiornalistico è anche impensabile andare completamente “a braccio”. Per questo motivo può tornare utile prepararsi preventivamente una lista di foto da fare. Si può trattare di scatti che sapete riusciranno bene in quella determinata location, scatti che sapete andranno perfettamente a braccetto con la personalità della coppia o anche semplicemente scatti che la coppia si aspetta
  4. Anche in questo caso potreste pensare che il wedding photographer fotogiornalista improvvisa sempre ma la verità è che anche parlando di location un po’ di preparazione è necessaria. Ogni location infatti presenta le sue opportunità i suoi vantaggi ed i suoi svantaggi. Conoscerli preventivamente vi consentirà di non sbagliare e vi farà risparmiare un sacco di tempo. Questa pratica potrebbe anche permettervi di conoscere nuove location e consigliarle ai vostri clienti, cosa che certi sposi potrebbero apprezzare sicuramente.
  5. Un consiglio che va a braccetto con il punto 2 riguarda la perfetta conoscenza della vostra apparecchiatura. Non potete permettervi di fare esperimenti il giorno delle nozze. Non potete permettervi di sperimentare nuovi set up durante la cerimonia. Non solo perdereste tempo prezioso ma probabilmente perdereste anche l’opportunità di immortalare scene davvero irripetibili.

Spero che questi consigli abbiano aperto gli occhi agli aspiranti fotografi di matrimoni, quanto agli sposi potete starne certi: questi punti sono dei capi saldi quando svolgo il mio lavoro di fotografo di matrimoni nelle province di Padova, Treviso e Udine.

Matrimonio 2019? Se siete già così lungimiranti ed avete già fissato la data, parliamone! Chi prima arriva meglio alloggia.