Nuove tendenze matrimoni le dettano i Millennial


Là fuori da qualche parte che qualche signora che vedendo come la figlia sta organizzando il suo matrimonio, non ci capisce più niente e che ha dipinto in faccia un enorme punto di domanda. Non si preoccupi signora, è un matrimonio millennial! In questo post vedremo come si sono evoluti i matrimoni per i nati tra il 1980 ed il 1995.

Partiamo dalla fine, dalla luna di miele. La lista viaggio per finanziare il viaggio di nozze ha soppiantato da svariati anni ormai l’altamente inflazionata lista nozze, questo perchè chi si sposa oggi, già convive da tempo e quindi ha già tutto quello che gli serve. Molto più apprezzata quindi la lista viaggio con la quale gli sposi possono magari togliersi lo sfizio di godersi il viaggio dei loro sogni.

Tendenzialmente poi i Millennial soprattutto organizzano in piena autonomia i propri matrimoni senza l’intervento delle famiglie o senza che i genitori intervengano nelle scelte relative all’organizzazione dei matrimoni. Questo fondamentalmente si traduce in matrimoni con meno amici e più parenti. Si invita chi ci sta a cuore e non chi è convenzione invitare. A causa delle numerose persone che negli ultimi anni hanno deciso di emigrare all’estero, un matrimonio diventa un ottimo modo per incontrare nuovamente amici da tempo lontani.

I matrimoni sono altamente informali e spensierati, e principalmente organizzati in location incastonate nel verde.

I VIPs ci hanno insegnato che un vero matrimonio social ha il suo hashtag che si rispetti, vedi i #ferragnez. E quindi via di post su Instagram e Facebook con l’hashtag ufficiale del giorno del Si. Questo può essere simpatico ed utile, perchè cliccando sull’hashtag del matrimonio potrete vedere tutte le foto ed i post dei partecipanti alla cerimonia. Ma dal lato opposto espone gli sposi ed i fotografi di matrimoni a dover fare i conti con invitati molesti pronti a tutto pur di portarsi a casa il loro personale ricordo fotografico dell’evento. Ricordate il mio vecchio post Wedding Unplugged?

Comunque rimanendo sul frangente tecnologie i Millennial amano che i matrimoni siano ben documentati da foto e video di matrimonio, ma concepito in chiave moderna, un po’ come se fosse un video clip.

Quanto a tendenze e stili non ci dilungheremo in questo post, per quelli sono molto più validi i siti dei wedding planners o i social networks. Qui ci basterà dire i Millennial amano scostarsi dai tradizionali clichè di matrimonio. Cambiano gli abiti, i mezzi di trasporto, i fiori ed il banchetto che non di rado si fa ecosostenibile ed attento alle esigenze alimentari di tutti. Si ai banchetti con scelte vegane, biologiche o a kilometro zero.

Leave a comment


Dove opero come fotografo di matrimonio.
Google Plus
Juan Carlos Marzi – Fotografo matrimoni e non solo

Juan Carlos Marzi nasce in Colombia nel 1987 e scopre la fotografia all’età di 15 anni.
Studia Fotografia Digitale, Professionale e Immagine Pubblicitaria.
Dopo aver lavorato come fotografo di marketing per Graphistudio S.p.A., inizia a lavorare come fotografo per matrimonio nel ruolo di assistente di importanti professionisti in Italia e in Spagna.
Fotografo professionista dal 2011, può vantare collaborazioni di primaria importanza sia in Italia, sia a livello internazionale. Il suo stile, che si rifà ai principi del reportage giornalistico, riesce a cogliere in modo originale la naturale spontaneità e il romanticismo proprio della scena.
Il suo bagaglio formativo è arricchito dalla frequenza di corsi e workshop presso l’Istituto Italiano di Fotografia di Milano.