Matrimoni e fotografi “ingombranti”.


Lo spunto per questo articolo nasce da un video trovato online e che riassume perfettamente la mia idea di come essere un fotografo di matrimonio.

The “Obtrusive” Photographer from Dazzle Photography / DP Studios on Vimeo.

Per me essere un fotografo di nozze vuol dire non essere una presenza ingombrante all’interno della cerimonia e dei festeggiamenti. E le prove di come porto avanti questa filosofia sono svariate. In questo articolo abbiamo già parlato di come mi piaccia “viaggiare leggero” quanto ad attrezzatura. Poco “hardware” insomma ma tanta mobilità. Per essere ma contemporaneamente non esserci. Non a caso non mi circondo di assistenti.
Rubare attimi della cerimonia e dei festeggiamenti, senza far percepire ai presenti la sensazione di avere un obiettivo puntato addosso è fondamentale. I matrimoni possono essere molto lunghi fondamentale quindi mantenere un’atmosfera rilassata su ogni livello.
Stesso dicasi per le foto riguardanti i preparativi che anche se allegri e spensierati nascondo sempre un po’ di stress ed ansia.
Per essere un fotografo “presente” c’è sempre spazio durante le foto in posa, che inevitabilmente troveranno una parentesi anche nel lavoro di un fotografo dallo stile fotogiornalistico.

Be Sociable, Share!

Leave a comment


Dove opero come fotografo di matrimonio.
Google Plus
Juan Carlos Marzi – Fotografo matrimoni e non solo

Juan Carlos Marzi nasce in Colombia nel 1987 e scopre la fotografia all’età di 15 anni.
Studia Fotografia Digitale, Professionale e Immagine Pubblicitaria.
Dopo aver lavorato come fotografo di marketing per Graphistudio S.p.A., inizia a lavorare come fotografo per matrimonio nel ruolo di assistente di importanti professionisti in Italia e in Spagna.
Fotografo professionista dal 2011, può vantare collaborazioni di primaria importanza sia in Italia, sia a livello internazionale. Il suo stile, che si rifà ai principi del reportage giornalistico, riesce a cogliere in modo originale la naturale spontaneità e il romanticismo proprio della scena.
Il suo bagaglio formativo è arricchito dalla frequenza di corsi e workshop presso l’Istituto Italiano di Fotografia di Milano.