Come far impazzire o viceversa aiutare, il fotografo di matrimonio


Ormai dopo anni di pratica come fotografo di matrimoni penso di averne viste di tutti i colori. Uno degli obiettivi di un fotografo di matrimoni dovrebbe essere quello di assecondare al massimo delle sue possibilità, e dell’umana ragionevolezza, le richieste del cliente. Ma ovviamente ci sono delle cose che più di altre mettono in difficoltà il fotografo. Ne ho parlato in questo post, insieme a quelle cose invece aiutano il fotografo nel suo operato.

La sposa si sa è quella che richiede il maggior tempo per la preparazione e spesso accade che la sessione di “trucco e parrucco” duri più del previsto. Fate in modo che il fotografo arrivi da voi dopo aver fotografato lo sposo, che sappiamo richiede molto meno tempo. In questo modo entrambi gli sposi avranno a disposizione per un tempo sufficiente il fotografo per le foto dei preparativi.

Molte spose decidono di truccarsi da sole per evitare lo stress di trovare una truccatrice e magari per risparmiare. Non sopravvalutatevi in questo: non sapete quanto è difficile per il fotografo sistemare a computer un trucco mal fatto.

Abbiamo già parlato lungamente in questo vecchio post dello zio fotografo e degli onnipresenti invitati con lo smartphone che si parano tra la scena da fotografare ed il fotografo, facendogli perdere magari degli scatti favolosi. Cercate di dare ai vostri inviati un codice di condotta per quanto riguarda i cellulari, chiedendogli magari di evitare di scattare foto per lo meno durante la cerimonia.

Se l’invitato con lo smartphone da fastidio davanti al fotografo, vi assicuro che da fastidio anche alle spalle. Disturba la concentrazione del fotografo e ci sono dei flash di mezzo rovina anche lo scatto.

Se si tratterà di una cerimonia affollata sarebbe utile per gli sposi ingaggiare un coordinatore della cerimonia e dei festeggiamenti. Non deve trattarsi necessariamente di un wedding planner può trattarsi anche di una persona di fiducia, purchè aiuti a coordinare le persone coinvolte nel giorno del si siano essi fornitori o invitati. Questo aiuterà gli spostamenti del fotografo e lo aiuterà in condizioni particolari come nel caso della foto di gruppo.

Be Sociable, Share!

Leave a comment


Dove opero come fotografo di matrimonio.
Google Plus
Juan Carlos Marzi – Fotografo matrimoni e non solo

Juan Carlos Marzi nasce in Colombia nel 1987 e scopre la fotografia all’età di 15 anni.
Studia Fotografia Digitale, Professionale e Immagine Pubblicitaria.
Dopo aver lavorato come fotografo di marketing per Graphistudio S.p.A., inizia a lavorare come fotografo per matrimonio nel ruolo di assistente di importanti professionisti in Italia e in Spagna.
Fotografo professionista dal 2011, può vantare collaborazioni di primaria importanza sia in Italia, sia a livello internazionale. Il suo stile, che si rifà ai principi del reportage giornalistico, riesce a cogliere in modo originale la naturale spontaneità e il romanticismo proprio della scena.
Il suo bagaglio formativo è arricchito dalla frequenza di corsi e workshop presso l’Istituto Italiano di Fotografia di Milano.